sq_dwali

Diwali

La storia di Diwali è piena di leggende legate alle storie delle scritture religiose indù, per lo più del Purana. Anche se tutte le leggende hanno come tema centrale classico la vittoria del bene sul male, è come si presentano e i personaggi coinvolti che le rendono differenti.

Diwali, la festa delle luci, ci permette di accendere la luce della conoscenza dentro di noi, per capire e riflettere, festeggiando, portando infine pensieri di amore e luce nella vita quotidiana.

I cinque giorni di Diwali

Il primo giorno di Diwali è chiamato Dhanvantari Triodasi o Dhanwantari Triodasi chiamato anche Dhan Theras. Il secondo giorno di Diwali è chiamato Narak Chaturdasi. E ‘il giorno lunare XIV (thithi) del forthnight scura del mese di Kartik e alla vigilia del Diwali. In questo giorno il Signore Krishna ha distrutto il demone Narakasur e ha liberato il mondo dalla paura. Il terzo giorno di Diwali è il vero Diwali. Questo è il giorno in cui viene effettuato il culto per la Madre Lakshmi. Il quarto giorno di Diwali, viene eseguita la Goverdhan Pooja. Il quinto giorno del Diwali è chiamato Bhratri Dooj. Si tratta di una giornata dedicata alla sorelle.

Mitologia indù

La storia di Rama e di Sita: Lord Rama è stato un grande guerriero Re che fu esiliato da suo padre Dashratha, il re di Ayodhya, insieme a sua moglie Sita e suo fratello minore Lakshman, su insistenza di sua moglie. Lord Rama tornò a Ayodhya dopo 14 anni di esilio, in cui sconfisse al demone Ravana di Lanka, che era un grande Pundit, altamente istruito, ma che dominava malamente la sua mente. Dopo questa vittoria del bene sul male, Rama ritornò a Ayodhya. Ad Ayodhya, la gente li accolse accendendo file di lampade di argilla. Quindi, si tratta di un’occasione in onore della vittoria di Rama sul Ravana; della vittoria di verità sul male.

La storia di re Bali e Vamana Avatar (il nano): L’altra leggenda riguarda re Bali, che era un sovrano generoso. Ma era anche molto ambizioso. Alcuni degli Dei supplicarono Vishnu di controllare il potere del re Bali. Vishnu scese sulla terra sotto forma di un Vamana (nano) vestito da prete. Il nano si avvicinò re Bali e disse “Tu sei il capo dei tre mondi, come dici? La terra, il mondo sopra il cielo e gli inferi? Bene, mi regali lo spazio che posso coprire con tre dei miei passi?” Re Bali rise. Sicuramente un nano non potrà coprire molto spazio, pensò il Re, che accettò la richiesta del nano. A questo punto, il nano si trasformò in Vishnu e con i suoi tre passi coprì la terra, i cieli e l’intero universo! Re Bali venne inviato agli inferi. Nell’ambito delle celebrazioni di Diwali, alcuni indù ricordano re Bali.

La sconfitta di Narkasur da parte di Krishna: Vishnu nella sua ottava incarnazione come Krishna distrusse il demone Narkasura, che stava causando grande infelicità tra la gente di tutto il mondo. Narkasura era un demone coperto di sporcizia. Rapiva donne belle e giovani e le costringeva a vivere con lui. Alla fine, le loro grida di aiuto furono ascoltate da Vishnu, che arrivò come Krishna. All’inizio Krishna dovette combattere con un mostro a cinque teste che sorvegliava la casa del demone, per poi affrontare Narkasura. Il demone Narkasura, sconfitto, sperò infine che la sua morte potesse portare gioia agli altri, e chiese di liberare le donne che aveva rapito. Krishna acconsentì alla sua richiesta e le donne furono liberate. Per gli indù, questa leggenda ricorda che dal male potrà uscire del bene.

Krishna e la montagna: Nel villaggio di Gokula, molti anni fa, la gente pregava al Dio Indra. Essi credevano che Indra mandava le piogge e faceva crescere i loro raccolti. Ma Krishna arrivò e convinse la gente ad adorare la montagna Govardhan, perché era la montagna e la terra attorno ad essa che erano fertili. Questo non piacque Indra. Mandò tuoni e pioggia torrenziale sul villaggio. Il popolo chiamò Krishna per aiutarli. Krishna salvò gli abitanti del villaggio sollevando la cima della montagna con il dito. L’offerta di cibo al Dio in questo giorno di Diwali ricorda agli indù l’importanza del cibo ed è un momento di gratitudine agli Dei per la generosità della natura.

Sikh Festival Diwali

Rispetto ai Sikh, Diwali è celebrato come il ritorno del sesto Guru, Guru Hargobind Ji dalla prigionia della città, Gwalior. Per commemorare il suo eterno amore per Sikhismo, le persone illuminano le città in direzione di Harmandhir Sahib (il Tempio d’Oro), in suo onore.

Jain Festival Diwali

Tra le feste Jain, Diwali è una delle più importanti. In questa occasione si celebra il Nirvana di Mahavira che ha creato il dharma come noi viviamo. Mahavira nasce come Vardhamana su Chaitra Shukla 13 nel clan Nata a Khattiya-Kundapura, nei pressi di Vaishali. Ha ottenuto Kevala Gyana su Vishakha Shukla 10 al villaggio Jambhraka sulle rive del fiume Rijukula all’età di 42 anni.

Articolo originale: Diwali in history. Diwali festival.
Digiprove sealCopyright secured by Digiprove © 2016

0 comments on “DiwaliAdd yours →

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>